sabato 29 novembre 2014

Mi sento come Raperonzolo (col raffreddore)

Salve a tutti, se vi chiedete cosa ho fatto nelle ultime settimane la risposta è semplice, tra influenze e ricadute (con rimpallo tra me e i miei figli) sono passate allegramente (si fa per dire...) tre settimane di clausura.

Se la vostra amica-mamma-stile-Magda-amica di Bridget-Jones vi dice che con l'inizio dell'asilo il bambino farà una settimana di scuola e due a casa con la febbre, credetele.
Se la suddetta amica vi dirà che con due o più figli i giorni a casa aumentano, per colpa di contagi tra i fratelli, credetele.
Se il pediatra vi sconsiglia di mandare a scuola il bimbo grande perchè avete da poco avuto il secondo, ascoltatelo.

E ora scusate, ma è l'ora dello sciroppo.

domenica 16 novembre 2014

Quanto tempo è passato!!

E' passato un tempo infinito dall'ultima volta che ho scritto sul mio blog.
Nel frattempo il lavoro di mamma mi ha impegnato moltissimo; sono ancora impegnata, ma adesso ho un pochino più di tempo per me e per le cose che mi piacciono.

Perciò penso che scriverò più spesso!
Nel frattempo, ho anche aperto un altro blog se vi va dategli un'occhiata e ditemi se vi piace.

Buona domenica.

lunedì 16 dicembre 2013

Il decluttering dell'armadio/parte 2

 





Dopo due gravidanze in tre anni il mio guardaroba è pieno di vestiti che non metto da un secolo. Infatti ero appena rientrata nella mia taglia quando sono rimasta incinta del mio secondo pupetto, e vi assicuro che col secondo figlio si ingrassa molto prima.
Così adesso il mio guardaroba ha bisogno di una massiccia sfoltita e riordinata.
L’esigenza la sentivo da tanto, infatti avevo pensato già di farlo, però mi sono fermata perché mi sembrava stupido e anche un po’ uno spreco buttare via vestiti che poi magari mi sarebbero serviti durante la gravidanza e il post parto.
Però il pensiero rimaneva, anche perché con due figli serve tanto spazio e comunque sapevo che c’erano delle cose messe lì a occupare posto inutilmente. In realtà durante la gravidanza ho iniziato a declutterare il resto della casa, questo mi è stato molto utile perché chi tende ad accumulare “perché può sempre servire” ha bisogno di un cambiamento interiore per accettare che si può vivere anche senza una montagna di oggetti!!

Su un sito (che purtroppo non esiste più)  ho letto un articolo davvero bello, riguardo al cambiamento del corpo dopo la gravidanza:
“I don’t want to feel unhappy with my body; it’s fit, it’s strong and it protected, gave life to and nurtured the greatest gift of my life – so I’m having a good old fashioned clear out of the closet, literally and metaphorically speaking.”

“Non voglio sentirmi infelice con il mio corpo; è in forma, è forte e ha protetto, ha dato vita e nutrito il dono più grande della mia vita - così sto facendo un buono sgombero vecchio stile dell'armadio, letteralmente e metaforicamente parlando. "

E questo lo sto facendo anche io, staccandomi da abiti che posseggo da tempo, ma che non indosso da tanto. Anche se sono cambiata non c’è niente di male, non sono più la stessa persona che ero 15, 10 o 5 anni fa, ma non è detto che questa sia una brutta cosa, anzi mi sento migliore più matura. Allora perché continuare a vestirmi come prima, perché continuare ad essere legata ad abiti (oggetti) che non mi dicono più nulla, che non solo non mi stanno bene, ma non esprimono la me stessa di oggi?

Questo discorso vale sempre, anche per chi è ingrassato-dimagrito, per chi ha cambiato lavoro, per chi è semplicemente diverso da come era prima; perché continuare a vestirsi come quando si andava alle superiori visto che adesso abbiamo 30 anni, un lavoro e dei figli?



Così domenica, complice il cambio di stagione, ho tirato fuori tutti i miei vestiti invernali e ho dato una bella ripulita. Oltre alle cose da gettare o donare, perché vecchie oppure perché non mi vanno più, ho trovato parecchi vestiti che ho messo da parte, dato che non so bene come abbinarli e non so decidermi se mi piacciono ancora.
Ho deciso che userò un metodo che ho letto su diversi siti, ho messo queste come nel primo cassetto e nell’armadio, ma con la gruccia alla rovescia (va girata quando abbiamo indossato il vestito; dopo un mese  capisci se lo hai usato o no, quindi se devi tenerlo oppure liberartene!). Cercherò di metterli appena possibile, così deciderò se mi piacciono ancora o no.

Buona giornata!

martedì 26 novembre 2013

Supplenze e rilessioni.





Sono assente da due mesi, che dire, non è che abbia dimenticato il blog, ma con due bimbi il tempo da dedicargli è davvero poco...
In questi mesi ho fatto molto, ho anche avuto una supplenza di qualche giorno a scuola, per fortuna vicino casa, ho lasciato i piccoli con i nonni, stare lontana da loro è stato brutto, ma mi ha anche fatto bene, non sono stata solo una mamma per qualche ora, è stato bello.
I bambini di oggi sono stupendi, ho insegnato nelle quinte (primaria, cioè elementare), gli alunni erano intelligenti, svegli.
Mentre i grandi (solo di età) si prendono a capelli per posti di potere o anche solo per un posto macchina, i piccoli (sempre solo anagraficamente) sono intelligenti, curiosi, studiano con piacere e vivacità, sono gentili con i compagni disabili o stranieri. Grande merito va ai genitori e alle maestre sicuramente, però questi bambini sono straordinari. Forse sono i miei occhi a vederli così, ma per me rappresentano una grande speranza per il nostro futuro!!

lunedì 16 settembre 2013

Di buon mattino




Da quando sono mamma ho preso l'abitudine di svegliarmi presto, intorno alle sei e mezza, a volte anche prima, anche se non devo uscire di casa.
Mi ricordo delle dormitone che facevo quando aspettavo il mio primo figlio, mi godevo il lettone con sommo piacere, poi con la nascita del bambino ci sono state le sveglie per le poppate, poi l'abitudine a svegliarmi presto è rimasta anche con la fine dell'allattamento.

In realtà lo faccio soprattutto per stare un po' con me stessa, per fare con calma quelle cose che poi mi rendono migliore la giornata:
il caffè e la colazione, 
due chiacchiere con mio marito, 
lavarmi e vestirmi con calma, 
un giretto su internet oppure leggere qualche pagina di un libro, 
pensare a quello che devo fare quel giorno, 
una riordinatina alla casa.

E ho anche scoperto il piacere di aspettare l'alba, svegliarmi col buio non mi piace, ma adoro quando il cielo comincia ad illuminarsi e l'aria è fresca e frizzante!!

Insomma, è un piccolo regalo che mi faccio e che mi aiuta ad affrontare la giornata con un sorriso!

Buona giornata!!

mercoledì 21 agosto 2013

Quasi in vacanza...

Una mattina di fine giugno, un po' in anticipo, il mio secondo piccolino ha deciso che era ora di nascere.
Corsa in clinica e travaglio lampo (per fortuna!!), dopo qualche ora avevo tra le braccia la mia piccola meraviglia.
Come per il mio primo tesorino, anche stavolta l'emozione è stata grande, guardi quel batuffolino e non ti sembra vero che fino apoco tempo prima  ti tirava calci nella pancia!!

Il primo mese e mezzo è passato, capirete che sono stata impegnata, considerando che ho pure avuto l'orale del concorso della scuola e che il bimbo grande ha deciso di prendersi la sesta malattia, proprio nel ponte di ferragosto!!

Tra un po' mi prendo le mie meritate ferie, percui ci rivediamo a settembre.
Per i ritardatari come me buone vacanze!!

domenica 19 maggio 2013

Mi tocca riposare.





Nell'ultimo post mi lamentavo della mia stanchezza, si vede che non avevo tutti i  torti, perchè dopo l'ultima visita, complici delle contrazioni arrivate troppo presto, il ginecologo mi ha ordinato di stare a riposo.
Il primo pensiero è stato "Come faccio?". Con un bimbo di due anni ci vuole organizzazione e due nonni compiacenti che vengono a turno a badare al piccolo (non si può dire che ne siano scontenti e pure lui pare gradire).
Il secondo pensiero è stao "E ora che faccio?". Ma io sono piena di risorse, così tra lavoretti a punto a corce da finire, libri da leggere e foto da riordinare la giornata passa.
Però a volte che noia!